AlzheimerNews.net


News

Progressione del decadimento cognitivo lieve a malattia di Alzheimer: nessun beneficio dalla vitamina E, piccolo quello del Donepezil

Il decadimento cognitivo lieve ( MCI ) rappresenta una fase tra i cambiamenti cognitivi tipici dell’invecchiamento e la malattia di Alzheimer.Uno studio, compiuto dai Ricercatori dell’Alzheimer’s Disease Cooperative Study Group, ha valutato l’effetto della vitamina E ( 2000 UI/die ) e del Donepezil ( 10 mg/die; Aricept ) per 3 anni in 769 soggetti con decadimento cognitivo lieve di tipo amnesico....Leggi l'articolo

Immunoglobuline, contenenti anticorpi anti-beta-amiloide nel trattamento della malattia di Alzheimer

Ricercatori del Dipartimento di Neurologia della Friedrich-Wilhelms–University di Bonn, hanno effettuato uno studio pilota.

Lo studio ha preso avvio dalla constatazione che gli anticorpi anti-beta-amiloide sono presenti nelle preparazioni di immunoglobulina umana ( IVIgG ), sono in grado di riconoscere in modo specifico ed inibire gli effetti neurotossici della proteina beta-amiloide....Leggi l'articolo

Gli antinfiammatori non rallentano il declino cognitivo nei pazienti con malattia di Alzheimer lieve-moderata

E’ stato ipotizzato che i meccanismi infiammatori contribuiscano al danno neuronale nella malattia di Alzheimer. I Ricercatori dell’Alzheimer’s Disease Cooperative Study hanno voluto verificare se il trattamento con un inibitore Cox-2, Rofecoxib, o con un tradizionale antinfiammatorio FANS, Naprossene, potesse rallentare il declino cognitivo nei pazienti con malattia di Alzheimer lieve-moderata....Leggi l'articolo

Memantina nella malattia di Alzheimer

Esiste evidenza che il glutammato svolga un ruolo nella patogenesi della malattia di Alzheimer e nel danno che segue l’ictus ischemico. La Memantina un antagonista a bassa affinità dei recettori NMDA ( N – Metil – D – Aspartato ), potrebbe prevenire la neurotossicità del glutammato....Leggi l'articolo